Il Montello è una AREN. Ma che cos’è una AREN?

Per spiegare cos’è una AREN iniziamo da due parole con cui non tutti hanno familiarità: erpetologia ed erpetofauna. L’erpetologia è la branca della zoologia che comprende lo studio di rettili e anfibi. In realtà questi due gruppi di animali dal punto di vista biologico non hanno molto in comune, ma un tempo erano considerati simili e venivano raggruppati in un’unica classe, quindi per tradizione ancora oggi vengono studiati assieme.

Quando si parla di erpetofauna si intendono i rettili e gli anfibi, ad esempio l’erpetofauna del Montello comprende la bellezza di venti (venti!) diverse specie.

Giovane ramarro (Lacerta bilineata)

Nel nostro paese un’importante associazione scientifica che si occupa di questi animali è la Societas Herpetologica Italica. La S.H.I. promuove la ricerca e la conservazione dei rettili, degli anfibi e dei loro habitat, diffonde inoltre le conoscenze relative a questi animali un po’ bizzarri e da troppe persone disprezzati o temuti.

Tra le attività della S.H.I. vi è l’organizzazione di convegni, la pubblicazione di testi e anche l’individuazione delle ARE, ovvero le Aree di Rilevanza Erpetologica, rilevanza che può essere a livello locale (ARED), regionale (ARER) o nazionale (AREN). Tutte le ARE vengono scelte per la loro particolare importanza per la conservazione di una o più specie di rettili e/o anfibi e sono in genere, ma non sempre, aree di dimensione ridotta, con caratteri uniformi. Al 2018 la SHI aveva individuato 118 AREN, due delle quali situate in provincia di Treviso:

-Bosco del Fagarè e Campazzi di Onigo (ITA103)

-Montello (ITA104).

La Val dell’acqua

La selezione delle Aree di Rilevanza Erpetologica viene fatta da una commissione scientifica che prende in esame una serie di dati, dunque può riguardare solamente zone in cui tali dati sono stati raccolti. In questo senso è importante sottolineare come l’inclusione del Montello e del Bosco del Fagarè è stata possibile grazie alle ricerche effettuate nel corso degli anni dal naturalista Enrico Romanazzi e alla pluriennale opera sul territorio di SOS Anfibi, che non solo fa i salvataggi durante le migrazioni riproduttive ma raccoglie anche moltissime informazioni sugli anfibi.

Coppia di rospi (Bufo bufo)

Dunque il Montello è una AREN: Area di Rilevanza Erpetologica Nazionale, ed è ritenuta tale sia per i rettili, sia per gli anfibi: le piccole ma numerose pozze artificiali e naturali che punteggiano il colle, la ricchezza di habitat diversi permettono la presenza di numerose specie con differenti esigenze ecologiche.

Sebbene il Montello negli ultimi anni sia stato interessato da una diffusione delle colture (soprattutto vigneto) che ha portato ad una diminuzione dei prati ed ad un notevole consumo di suolo, resta ancora una delle aree in Italia di maggiore valore per la conservazione dell’erpetofauna.

La qualifica di AREN non determina regole oltre quelle già previste dalla Direttiva Habitat, ma è senz’altro un riconoscimento su cui riflettere. Non si può negare che la piccola fauna sia spesso data per scontata, considerata di secondaria importanza rispetto a quella composta da animali più grandi o appariscenti. In particolare l’erpetofauna: i rettili sono ancora perseguitati, uccisi intenzionalmente da persone che neppure distinguono un orbettino (Anguis fragilis) da una vipera (Vipera aspis, specie che sul colle non c’è), agli anfibi non va molto meglio, sono poche le persone che cercano di evitare di investirli durante le migrazioni.

Sul Montello poi si è così abituati a vedere questi animaletti che non si ha la percezione di quanto sono diventati rari.

L’orbettino (Anguis fragilis)

Ecco allora che l’essere riconosciuto come AREN può servire per far comprendere agli abitanti, ma anche alle istituzioni, quanto il Montello sia speciale e che questi animali sono degni di attenzione e rispetto, di tutela, che del colle e dei suoi piccoli abitanti bisogna avere cura e provare magari anche un po’ di orgoglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: